settembre 15 2017
scarpe-da-running

COME SCEGLIERE LA SCARPA DA RUNNING

Per correre servono gambe e piedi, ma non bastano! Per correre bene, evitando gli infortuni, occorre avere le scarpe giuste!

Ogni piede è diverso e dev’essere protetto e supportato, in particolar modo durante la corsa quando è più soggetto a possibili traumatismi.

Dando per certo che correre dev’essere un piacere e non una sofferenza, le scarpe vanno scelte in base alle esigenze della singola persona in quanto le calzature sono di serie ed il piede no!

 Il team del laboratorio sportivo Perphorma ha sintetizzato qui di seguito alcuni semplici passi per riconoscere la scarpa più adatta alle esigenze del singolo runner.

Innanzitutto è bene sapere che le calzature da running vengono identificate attraverso delle sigle che vanno da A0 ad A4.

running-shoes

 

  • A0       “Le minimaliste”: ottimo adattamento alla morfologia del piede; massimo comfort con il minimo supporto necessario. Indicate per: chi corre 2/3 volte alla settimana e percorre un totale di 20/25 km e punta ad esercitazioni rapide, leggere e veloci.
  • A1        “Le superleggere”: adatte per le prove singole massimali o gare con ripetute corte di 200/300 mt nelle quali è richiesto un recupero statico immediato. Sono caratterizzate da una minima ammortizzazione, ma al contempo reattive.  Indicate per: chi ha una buona tecnica di corsa, ossia vanno usate da chi ha già un buon bagaglio d’esperienza su dove e come mettere i piedi.
  • A2    “Le intermedie”: permettono una buona spinta. Sono un ottimo compromesso tra reattività (discreta) e qualità ammortizzante. Consentono di gestire bene la corsa e contemporaneamente garantiscono un’adeguata protezione articolare. Indicate per: fondo medio e ripetute medio/lunghe, gare ed allenamenti su distanze consistenti.
  • A3        “Le classiche”: sono le più comuni, pesano un po’ più delle tipologie precedenti, ma stabilizzano di più il piede. Indicate per: fondo lento, riscaldamento, jogging e agonistica.
  • A4        “Le stabili”: indicate per i podisti che appoggiano in pronazione. Sono dotate di un sostegno mediale.

 

Questa classificazione preliminare consente una prima scelta che potrà essere confermata solo attraverso un test d’utilizzo; infatti, solamente provando e riprovando le scarpe da running si potrà capire quali diventeranno le compagne fedeli di tanti chilometri.

Ricordiamoci sempre che le calzature giuste sono quelle che fanno stare bene, indipendentemente dall’estetica.

Altri fattori da ricordare nella scelta della propria calzatura sono: altezza del collo e la larghezza della pianta del piede; postura e peso, ma anche la tipologia di attività che si vuole svolgere.

Il nostro laboratorio sportivo Perphorma è dotato di un team di esperti e di strumentazioni all’avanguardia che consentono di compiere un’analisi preliminare della biomeccanica della corsa del runner individuandone le caratteristiche specifiche, utili per selezionare la tipologia di scarpa più adatta.

Il laboratorio sportivo Perphorma, una volta ottenute tutte le informazioni, le sintetizzerà in un report che il runner avrà a sua disposizione e potrà consegnare al personale qualificato dello store Danasport, che grazie alle informazioni ricevute saprà consigliare al runner la scarpa più adatta.

 

dana-sport