dicembre 21 2017

Mattino a scuola, pomeriggio a stampare protesi in 3D: a 17 anni primo contratto per Nicola (grazie all’alternanza)

La mattina a scuola, a Pordenone; poi in treno fino a Udine, al lavoro. Nicola ha 17 anni e la sua esperienza di alternanza scuola lavoro è già diventata un contratto. Al colloquio c’era lui, ma anche i genitori e pure un prof. A tempo determinato, ma solo perché – per arrivare al diploma, a luglio – dovrà fare dei mesi di stage previsti dal programma scolastico. “Noi lo aspettiamo, per aprirgli non una strada ma un’autostrada. E’ un investimento”.

Roberto Ciotti è l’amministratore delegato della Porzio di Udine, azienda familiare fondata nel 1929 nel settore ortopedico. Negli ultimi anni si è aperta ai manager, e – mentre il mercato della sanità pubblica si restringeva a causa di tagli e limiti ai budget – esplorava nuovi mercati. Oggi è una fabbrica 4.0, ha reinterpretato il concetto di salute nel modo più ampio, ha affiancato i campioni dello sport per migliorarne postura e prestazioni (è partner di Udinese calcio), collabora con aziende dell’arredo e del design per studiare soluzioni che rendano migliore la vita a casa di chi ha una disabilità.

“Anche per noi questa era la prima esperienza di alternanza: un modo per integrare un team di persone altamente specializzate, guidato dall’ingegnere biomeccanico M. Avaro, ai tecnici informatici, con idee ed energie nuove”. L’esperienza è durata per due settimane, ed è diventata un part time che permette al ragazzo di frequentare la scuola.

 

“E’ successo tutto molto velocemente, sicuramente non mi sarei mai aspettato che a 17 anni durante il periodo scolastico un’azienda mi assumesse”  racconta Nicola. “Il giorno in cui mi hanno detto che avrei dovuto fare un colloquio ero molto agitato all’idea di iniziare un vero e proprio lavoro e non ero molto sicuro di essere pronto per questo passo. Questo mi ha entusiasmato perché mi ha fatto capire che con un minimo di impegno nella vita si possono ottenere grandi cose. Sicuramente è un’opportunità che non capita tutti i giorni, sono molto contento che tutto ciò sia capitato a me e auguro a tutti i ragazzi della mia età un’esperienza simile”.

 

 

 

Nicola è al lavoro sullo sviluppo di protesi  in carbonio stampate in 3D, su misura: come quella che la Porzio ha messo a punto per il campione paraolimpico  di surf arrivato da Londra il venerdì e ripartito il sabato con l’arto personalizzato.

 

Il corso di studi frequentato dal giovanissimo neo assunto è il primo in Italia – avviato tre anni fa – dedicato al making e all’Internet of Things. Sui  banchi dello Ial Fvg  Nicola ha imparato a progettare e modellare sia in 2D sia in 3D, a creare prototipi con tecniche additive (stampanti 3D) e sottrattive (taglio laser e cnc), oltre a realizzare e programmare schede elettroniche e sviluppo di Firmware.

 

Quello che ha imparato trova impiego in una azienda – 45 addetti, nove punti vendita diretti – che scommette sull’innovazione, tanto da avere messo a punto al proprio interno componenti e procedure che vengono richieste in tutto il mondo. Dalla California è arrivata l’ultima richiesta di conoscere la tecnologia made in Friuli per  la stampa in tre dimensioni.

Ora  Nicola affronta il suo ultimo anno di scuola, e si avvia all’esame di qualifica con un mestiere già in mano. “Del resto l’obiettivo della nostra scuola – commentano dirigenti e professori – è quello di formare delle professionalità richieste dal mercato del lavoro e dal territorio: in questa direzione va anche il corso per artigiani digitali, che, inizialmente è stato una scommessa, ma che oggi sta già dando i primi importanti risultati”.

 

 

La scuola frequentata da Nicola è questa: Operatore elettronico – Addetto alla programmazione di stampanti 3D e sistemi Arduino, un percorso triennale che rilascia la Qualifica professionale con la possibilità di frequentare un ulteriore anno per il Diploma professionale. I percorsi si tengono nelle sedi dello IAL di Udine e dello IAL di Pordenone.

 

 

Barbara Ganz

 

Link all’articolo del Il Sole24Ore: http://barbaraganz.blog.ilsole24ore.com/2017/12/19/mattino-a-scuola-pomeriggio-a-stampare-protesi-in-3d-a-17-anni-primo-contratto-per-nicola-grazie-allalternanza/?refresh_ce=1