gennaio 31 2018

ESPLORANDO LE EMOZIONI DEL TERRITORIO CON PORZIO.

Un’iniziativa concepita nell’ambito del progetto “L’emozione della libertà”:

primo appuntamento il 3 febbraio,

presentazione ufficiale l’1 febbraio.

Si terrà sabato 3 febbraio. Destinazione la grotta di Cjase de lis Aganis a Vito d’Asio. È la prima di un programma di escursioni organizzate da Porzio, una serie di appuntamenti all’insegna dell’emozione e della scoperta che si aprirà con le bellezze naturali del Friuli-Venezia Giulia.

L’iniziativa, battezzata “Esplorando le emozioni del territorio con Porzio”, s’inserisce nell’ambito di un progetto più ampio al quale l’azienda sta lavorando già da alcuni mesi, i cui temi si possono riassumere nel claim “L’emozione della libertà”.

Grazie a queste esperienze a contatto con la natura più spettacolare e incontaminata, i partecipanti avranno l’occasione di vivere emozioni uniche e appassionanti, esplorando scenari incantevoli e godendosi la libertà di fare, scoprire, sognare.

A guidare la prima escursione sarà un team formato da:

Marco Avaro, ingegnere meccanico biomedico dal 2017 a capo dei progetti Porzio 4.0, progettista e artefice di protesi tecnologiche che consentono ai portatori di disabilità di essere autosufficienti e di muoversi con sicurezza tale da poter praticare anche gli sport estremi, che egli stesso pratica;

Alessandro De Santis, guida speleo-canyoning e maestro di speleologia, iscritto al collegio Guide-Maestri di speleologia FVG;

inoltre Lorenzo Ultimo Mazzitelli e Mattia Masotti.

 

Tra le persone che hanno deciso di esplorare le proprie emozioni a contatto con la natura ci sono:

Fabio Secci, atleta paralimpico di surf, rappresentante italiano per la categoria Stand all’International Surfing World Championship tenutosi in California nel 2016; istruttore per Adaptive Wakeboarders and Waterskii in Access Adventure e di Wakeboarding & Sup a Wakeupdockland;

Kevin Ferrari, studente di ingegneria, atleta paralimpico di nuoto che ha disputato i campionati italiani entrando nella top ten e ha compiuto gli 8 km di attraversamento del Lago di Garda da Tori a Maderno; membro di una spedizione sulla Cordillera Blanca, in Perù, nell’ambito del progetto Arrampicande, di cui Porzio è sostenitore e sponsor;

Andrea Lanfri, da sempre appassionato di arrampicata, oggi campione paralimpico di corsa, detentore dei record italiani su 100, 200 e 400 metri piani.

All’escursione del 3 febbraio prenderà parte anche Alberto Francescut, firma della Gazzetta dello Sport che segue da molto tempo i progetti e le iniziative di Marco Avaro.

Partendo dal punto di ritrovo, “Albergo alla Posta” di Anduins, gli accompagnatori e i partecipanti raggiungeranno la zona di Cjase de lis Aganis, punto di partenza di un itinerario che si articolerà nella visita a tre ambienti naturali particolarmente suggestivi. Seguirà, a terminare la mattinata, l’emozionante discesa della “forra asciutta” con l’ausilio delle corde.

Il briefing di allineamento tra le diverse figure coinvolte nell’iniziativa “Esplorando le emozioni del territorio con Porzio” si terrà giovedì 1 febbraio ore 16.30 nella sede di Porzio, a Udine in Via Buttrio 78. Oltre ai già citati Marco Avaro, Alessandro De Santis e Kevin Ferrari, parteciperà Matteo Munaro, rappresentante di ALPS, realtà con sede in USA che idea e realizza dispositivi medici lavorando a stretto contatto con la comunità scientifica.